La campagna Stand Up (For) Zimbabwe nasce da un gruppo di organizzazioni non governative con sede nell’Africa meridionale preoccupate per i diritti umani e la democrazia in Zimbabwe. La campagna vuole raggiungere e coinvolgere persone di tutta l’Africa e di tutto il mondo, chiedendo di far sentire la propria voce ai governi alla Southern African Development Community (SADC), all’Unione Africana (AU), alle Nazioni Unite (UN) per agire con decisione per fermare la sistematica violenza politica in Zimbabwe e risolvere la crisi politica nazionale. La campagna è stata inaugurata il 25 maggio 2008, un giorno celebrato annualmente come Giornata dell’Africa.

La repressione ha colpito anche i maggiori leader sindacali.
Raymond Majongwe, segretario generale del Progressive Teachers’ Union of Zimbabwe (PTUZ) e membro del consiglio generale ZCTU, è stato arrestato il 15 maggio mentre il presidente di ZCTU Lovemore Motombo e il Segretario Generale Wellington Chibebe sono in carcere dall’8 maggio, con l’accusa di aver “incitato la gente contro il governo e riportato falsità sulle persone uccise”.

Per sapere come partecipare alla campagna:
Una presentazione sulle violenze (immagini molto crude – sconsigliata ai più sensibili): http://www.standupforzimbabwe.org/Violence.aspx