La comunità di Musigini, Kenya, sta cercando una nuova soluzione al problema della corruzione e delle dispute legate alla distribuzione dell’acqua.Con Grundfos Lifelink e Safaricom, stanno costruendo dei pozzi che distribuiscono acqua con una smart card. Quando è inserita, la pompa alimentata con energia solare funziona fino al disinserimento o alla fine del credito.
Le card sono ricaricabile con M-PESA, il sistema di pagamento tramite cellulare.

Peter Hansen di Grundfos Lifelink. ha dichiarato:

”Con questo sistema monitoriamo a distanza l’efficienza del pozzo solare, il consumo di acqua e gli incassi. Una parte del guadagno va all’organizzasione per le spese tecniche, e il resto va alla comunità.”

Il sistema è al momento testato in Kenya, e per la fine dell’anno almeno 20 comunità utilizzeranno il mobile banking e i pozzi solari.
Clicca sull’immagine per saperne di più:

acqua con il telefonino

ISCOS Marche