Trent’anni fa l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvava la Convenzione per l’eliminazione di ogni forma di discriminazione contro le donne (CEDAW), considerata ancor oggi uno dei trattati internazionali più completi sui diritti delle donne.
La CEDAW chiede di rimuovere le discriminazioni che limitano la partecipazione delle donne alla vita pubblica e lavorativa e ai processi decisionali, di contrastare la violenza di genere e di impegnarsi per modificare la diffusa accettazione degli stereotipi associati ai ruoli tradizionali di uomini e donne nella famiglia e nella società.
“Nel 30° anniversario di questa Convenzione vogliamo celebrare i successi ottenuti dalle donne contro le tante forme di oppressione ed esclusione, ma anche ricordare quanto resta ancora da fare” – così afferma Boiani Mariangela della ong Cestas, uno dei soggetti promotori della Campagna a cui aderisce una piattaforma di oltre 50 soggetti tra organizzazioni ed enti locali tra cui il Comune di Jesi e la Provincia di Ancona.
“Lavori in corsa – 30 anni CEDAW” sarà presentata nel corso della giornata di domenica 22 novembre promossa dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Jesi in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne presso l’Ostello Villa Borgognoni di Jesi.
La giornata prevede una serie di iniziative tra cui mostre, tavole rotonde, incontro con l’autrice siriana Dachan, cena e spettacolo.
Sul sito della Rete Internazionale delle Donne per la Solidarietà www.womenin.net sono disponibili maggiori informazioni e materiali di approfondimento.

ISCOS Marche