Riceviamo da Iscos Argentina gli aggiornamenti sui progetti in corso.
Segnaliamo in particolare il progetto sui diritti dei contadini:

Nel periodo preso in considerazione da questo numero del bollettino, il progetto di Difesa del Diritto alla Terra é proseguito con normalità.
Un’attività degna di nota é sicuramente l’acquisto del furgoncino per l’organizzazione.
Grazie al mezzo di trasporto i responsabili e leadres della Mesa de Tierra saranno facilitati nel movimento e potranno quindi raggiungere con piú semplicità le lontane località dove, tra l’altro, risiede la maggior parte dei soci dell’organizzazione contadina.
É necessario ricordare che la condizione delle strade di terra é per quasi per tutto l’anno in pessimo stato: le scarse piogge rendono i sentieri molto polverosi per molti mesi e gli improvvisi rovesi d’acqua rendono il terreno talmente fangoso da impossibilitare il transito.
Inoltre il furgoncino Ford F 100 si sta anche utilizzando per trasportare l’avvocato difensore alle distinte comunità. Come segnalato nel precedente numero, la strategia giuridica di quest’anno prevede difendere la terra attraverso un processo di riforestazione. Questa azione sembra fornire un ulteriore elemento di legittimità a
risiedere sul territorio, dal momento che prova ancora una volta l’attività dell’uomo sulla terra e il suo “animo di proprietario”.
L’avvocato sta quindi avanzando con un processo formativo che prevede la sensibilizzazione degli abitanti riguardo la necessità di legalizzare il processo di riforestazione (ricordiamo che quest’azione viene chiamata diligenza preliminare).
Parallelamente l’avvocato sta anche istruendo i membri della Mesa de Tierra su quelli che sono i modi e i tempi per affrontare un processo di prescrizione. In quest’ultimo periodo sono stati anche ottenuti gli studi di titoli delle comunità piú attive all’interno della Mesa. Vale comunque la pena ricordare che attualmente non ci sono conflitti violenti nelle comunità socie dell’organizzazione.
Per rafforzare il processo di riforestazione che ogni comunità dovrà realizzare, la Mesa de Tierra ha deciso di fare della sede dell’organizzazione un vivaio di piante di algarrobo (pianta tipica della zona). Sono stati appena comprati i teli necessari
per produrre l’ombra e dal mese di gennaio verranno seminate le piantine che poi saranno piantate nei campi.

Quest’anno é stato anche deciso di stampare un calendario di una pagina, il cui slogan ha proprio l’obiettivo di rafforzare la strategia legale della riforestazione. Lo stesso calendario sarà diffuso nelle comunità e sarà un ulteriore passo verso la sensibilizzazione del concetto di difesa del diritto alla terra.

Ecco il bollettino completo

Nº17 – diciembre 2009

ISCOS Marche