Pubblichiamo i risultati della ricerca sui sindacati albanesi svolta all’interno del progetto di ISCOS Marche in Albania.

Da un’analisi complessiva emerge come in Albania non ci sia una diffusa percezione dell’utilità’ sociale del sindacato. La negazione del ruolo e della missione del sindacato (fino ad un atteggiamento violentemente antisindacale di alcuni settori padronali) è inserita in un contesto caratterizzato da una forte illegalità e informalità dell’economia e dove prevale un sistema di PMI, con una forte presenza del settore dei servizi (in particolare commercio). In altre parole è una economia dov’è fortemente presente il lavoro nero e dove regnano robustamente tutte le componenti di quella che viene chiamata economia informale (dall’autoproduzione in agricoltura all’economia criminale).

Per saperne di più:
le conclusioni (italiano);
il rapporto completo (inglese)

Alcune immagini di attività sindacale in Albania: la campagna per la sicurezza sui cantieri edili.