Riceviamo da Adan Farahj, Anolf Marche:

Il martirio di Shahbaz Bhatti, Ministro federale delle Minoranze religiose, segna un nuovo dolore nei cuori e nelle menti di tutti noi.

La sua morte avvenuta il 2 Marzo 2011, e inevitabilmente la memoria della morte di John Joseph il 6 Maggio 1997, vescovo di Faisalabad, e di Salman Taseer nel 4 gennaio 2011, governatore del Punjab nel 2011 e oltre migliaia di morti, le vicende di  Asia Bibi e Agnus Nago, sottolineano l’intoccabilità e la pericolosità della legge 295c, A and B sulla blasfemia.

Il Pakistan è un paese dalle mille sfaccettature, ricco per le sue diversità religiose ed etnico-linguistiche, pensato dai suoi padri fondatori come Stato progressista, democratico e tollerante verso tutte le minoranze.

Mohammed Ali Jinnah così si espresse durante il suo primo discorso all’Assemblea Costituente l’11 Agosto 1947: “Ci sono molti non musulmani tra noi – indù, cristiani e parsi – ma essi sono tutti pakistani. Godranno degli stessi diritti e privilegi come ogni altro cittadino, e avranno il loro legittimo ruolo nelle decisioni del Pakistan”.

Eppure abbiamo dimenticato questa nobile visione del Pakistan, abbiamo cancellato ogni forma di dialogo, di conoscenza, di cooperazione e condivisione. Abbiamo costruito la nostra vita e il nostro credo sulla sabbia: il potere, il denaro, l’egoismo hanno preso il posto dei valori dell’amore, della fratellanza e della comunione. Invito tutti i cittadini pakistani a credere con autorevolezza che la multiculturalità e il dialogo ecumenico non sono mera utopia ma l’impegno costante di uomini di buona volontà che con coraggio e costanza si muovono per costruire un mondo migliore.

La manifestazione è promossa dai pakistani Cristiani laici in Italia, e da:   South Asian Christian Writers Association(Sacwa), South Asian Minorities Writer Association(Samwa), International Minorities alliance (IMA),  Pakistan Orient Christian Organization (POCO),  Asian Christian Community Prato (ACCP).

L’iniziativa è aperta alle più ampie adesioni: si invitano altri enti pubblici e privati, associazioni, organizzazioni, fondazioni,  istituti a comunicare ufficialmente la propria adesione e a partecipare alla manifestazione pacifica contro la legge 295C ,B e A sulla blasfemia, in ricordo del martirio del Ministro Shahbaz Bhatti  e in  memoria della morte di Vescovo John Joseph nel 1997. La manifestazione si terrà Sabato 26 marzo 2011, dalle ore 10:30 alle ore 13.00, presso Piazza.xx settembre fino Piazza Maggiore, Bologna, Italia.

Per informazioni contattare: Walayat Masih 3395834350 , Rev.Arif D.Chaudhry 3294216084, Chaudhry N. Sabir 3891393721,  Mushtaq Sultan James 3807992196, George Khurshid 340718972,  Jeem Phey Ghauri 329 1627240 , Nadeem Naseem 3287083959.

( Email: sacwait@alice.it)

Ecco le foto della manifestazione (clicca sulla foto per visualizzarle tutte – Foto di Sofia Palermo)