I cervelli possono fuggire, i cervelli possono ritornare, i cervelli possono circolare. Ma i cervelli possono anche andare sprecati. Un’analisi sul tema migrazioni e capitale di conoscenze, con un focus particolare su Albania e Italia

A tavolino la questione sembra semplice. L’Albania soffre da tempo della fuga di cervelli. È noto infatti che l’emigrazione, ormai da più di due decenni, è stata la scelta preferita di molti albanesi qualificati nei propri settori. E’ inoltre accettato da tutti che la fuoruscita di cervelli è negativa per il Paese, perché lo lascia senza una classe dirigente e in sostanza senza prospettive.

La diagnosi è esatta: soffriamo di brain drain (fuoruscita, fuga dei cervelli). Anche la terapia scelta dagli studiosi, la cosiddetta brain gain (il ritorno dei cervelli), non pare inadeguata a livello teorico. Tanto più che in inglese suona benissimo. Si tratta di quelle misure volte a far ritornare il capitale umano nel Paese.