Nel 2008, di fronte all’impennata dei sequestri delle navi occidentali nel Golfo di Aden, l’opinione pubblica scopre i pirati della Somalia, volgendo così indirettamente l’attenzione sulla travagliata crisi che dal 1991 – anno della caduta del regime dittatoriale di Siad Barre – colpisce questo esempio emblematico di “Failed State”.

Scopo del volume è quello di dimostrare come la pirateria sia solo la punta emersa di un iceberg all’interno del quale, nel corso di due decenni in cui gli innumerevoli sforzi diplomatici non hanno prodotto alcun risultato sul piano istituzionale, sono sorte una serie di attività economiche, lecite e illecite, che se da un lato costituiscono il prodotto della sorprendente interazione tra tradizionale struttura sociale clanica e globalizzazione, dall’altro celano in molti casi atteggiamenti conniventi e interessati della comunità internazionale, da inquadrare nell’area geopoliticamente strategica del Corno d’Africa.

Somalia, economia senza Stato
Autore    Del Priore Silvia
Dati    2012, 288 p.
Editore    Gan  (collana Institute for global studies)

Acquista il libro su IBS