A Torino il centro di identificazione e espulsione (Cie) non passa inosservato.

É piantato in mezzo a un perimetro di condomini. Centinaia di torinesi ogni mattina si affacciano dai loro balconi sulle gabbie e maledicono il giorno in cui la prigione ha rovinato la reputazione del quartiere. Abderrahim sui balconi invece ci sale per salutare dall’alto gli ex compagni di cella. Dopo essersi fatto cinque mesi al Cie, gli sono rimasti più amici dentro che fuori. E per loro cerca di fare il possibile.

Li intervista dai microfoni di una radio locale, gli porta la spesa, partecipa ai presidi contro il Cie. Nella speranza che non vengano espulsi, ma che come Amir, Hassan e Mahmoud siano rilasciati, aspettando tempi migliori.

Durata: 18 minuti

Regia e riprese: Alexandra D’Onofrio

Montaggio: Antonio Augugliaro

Post produzione audio: Tommaso Barbaro (Redrum Murder)

Realizzato con il contributo di Open Society Foundation

“La fortuna mi salverà” fa parte della raccolta “La vita che non CIE. Tre corti sui centri di identificazione e espulsione” prodotta da Fortress Europe nel 2012.

Prossima proiezione del film
ROMA, 27 marzo 2012 alle 21,00 al circolo Arci Forte Fanfulla, via Fanfulla da Lodi, 5

CALENDARIO DELLE PROIEZIONI

Per organizzare una proiezione del film nella tua città: gabriele_delgrande@yahoo.it