In occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente e alla vigilia della Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile, si è svolta a Roma, presso la Sala di Liegro della Provincia, la tavola rotonda Tra equità e sostenibilità: Rio+20, il futuro del pianeta, il ruolo dell’Italia. Erano presenti il ministro dell’Ambiente Corrado Clini e del Sottosegretario agli Esteri, Staffan De Mistura.

 

L’economia “verde” per sradicare la povertà. Il significato delle politiche di “sviluppo sostenibile” a vent’anni dalla prima conferenza di Rio è stato il tema centrale del dibattito. Più in particolare, la Coalizione Italiana Contro la Povertà ha chiesto al Governo Italiano un impegno – sia a livello internazionale sia a livello nazionale – affinché l’economia “verde” non sia solo un sostegno a nuove tecnologie e processi produttivi, ma possa diventare un fattore di sradicamento della povertà nel mondo, tramite la creazione di lavoro e una distribuzione più equa di risorse.

 

Il dibattito ha inoltre affrontato il ruolo del settore privato, delle autonomie locali e della società civile nel sostenere, in Italia e nel mondo; una transizione verso una economia più sostenibile come ulteriore strada per uscire dalla crisi.