Ministro: rifiutiamo ruolo di polizia d’Europa

(ANSAmed) – RABAT, 25 LUG – ”Sulla questione migratoria, il Marocco rifiuta di essere il gendarme dell’Europa, ed è la ragione per la quale abbiamo deciso di non siglare con l’Unione Europea l’accordo relativo alla circolazione delle persone”, in quanto in esso sono presenti disposizioni che giudichiamo ”inappropriate”. Quindi, “il Marocco firmerà l’accordo quando le condizioni saranno ragionevoli”. E’ quanto dichiarato dal ministro marocchino degli Affari esteri e della cooperazione, Saad Dine El Otmani, durante il question time alla Camera dei consiglieri.

Otmani ha poi detto, scrive la genzia di stampa marocchina Map, che il dipartimento degli Affari esteri opera per sensibilizzare le ambasciate straniere accreditate in Marocco sulla necessità di migliorare le condizioni di accoglienza dei cittadini marocchini, precisando che la concessione dei visti rimane “una decisione sovrana”. Ma, ha aggiunto, osservando che davanti ai richiedenti vi siano molti ostacoli e ricordando che il suo ministero dedica un’attenzione particolare alle necessità della comunità marocchina residente all’estero. (ANSAmed).