(ANSAmed) – RABAT, 25 SET – Nonostante il rallentamento dell’aumento delle importazioni e la progressione delle esportazioni del 3,3 per cento in un anno, il deficit commerciale marocchino continua ad aumentare. Secondo i dati forniti da LaVieEco, sarebbe passato, a fine agosto, a 128,6 miliardi di dirham (oltre 11,5 miliardi di euro), aumentando del 6,1 per cento rispetto allo stesso periodo del 2011, corrispondente ad un tasso di copertura delle importazioni con le esportazioni del 48,3 per cento.

Anche se il governo si è posto come obiettivo prioritario la riduzione del deficit commerciale cercando di frenare le importazioni, il ritmo del loro rallentamento rimane inferiore all’aumento delle esportazioni. Le cause vanno ricercate principalmente negli approvvigionamenti energetici, essendo il Marocco un paese privo di petrolio, e nei beni di produzione.

Le importazioni dei prodotti energetici, arrivate a 64,7 miliardi di dirham (quasi 6 miliardi di euro), sono aumentate in un anno del 7,6 per cento e rappresentano attualmente il 26 per cento delle importazioni totali, mentre i beni di produzione importati (macchinari industriali e materiali edili in testa) hanno toccato i 49 miliardi di dirham (circa 4,5 miliardi di euro), aumentando in un anno del 9,5 per cento e rappresentando il 20 per cento delle importazioni.

One comment on “Economia: Marocco, continua crescita deficit commerciale

  • la prima potenza economica mondiale, mostrano a loro volta segnali di ripresa, con le esportazioni salite del 5% e le importazioni dell’1 per cento (riducendo così il disavanzo della bilancia commerciale da 160 a 152 miliardi).In Europa, arriva la conferma della Germania come locomotiva della ripresa, il cui surplus commerciale è aumentato di 10 miliardi di dollari (a quota 54 miliardi): la crescita delle esportazioni del 7 per cento ha superato la crescita delle importazioni del 4 per cento. Ma i rialzi più consistenti sono, comunque, quelli dei paesi emergenti in cui si affacciano anche nuovi attori. Crescita delle esportazioni a due cifre in Russia (19 per cento) e Sud Africa (14 per cento). Clamoroso, poi, il dato dell’India: la crescita delle esportazioni del 21% ha comportato una riduzione significativa del deficit commerciale. E l’Italia? Il 9 per cento delle esportazioni ha migliorato il dato già buono del trimestre precedente quando era salito del 7 per cento.

Comments are closed.