9 miliardi di posti a tavola. La nuova geopolitica della scarsità di cibo

Autore Brown Lester R.

Prezzo Sconto 15% € 15,30 (Prezzo di copertina € 18,00 Risparmio € 2,70)

Dati 2012, 158 p., brossura

Curatore Bologna G.

Traduttore Tamburrano D.

Editore Edizioni Ambiente

Disponibile anche in ebook a € 5,99

L’agricoltura globale si trova di fronte a sfide del tutto nuove. Le falde idriche calano, le rese cerealicole hanno raggiunto il loro limite, le temperature globali aumentano e l’erosione dei suoli continua ad aggravarsi. Nutrire la popolazione mondiale, che cresce ogni anno di 80 milioni di individui, diventa sempre più difficile.

E allora le nazioni che possono permetterselo corrono all’estero ad accaparrarsi terre coltivabili e annesse risorse idriche. Il land grabbing rappresenta un fenomeno nuovo all’interno della geopolitica della scarsità alimentare, in cui il cibo ha assunto la stessa importanza del petrolio e il terreno agricolo è prezioso come l’oro. Le ricadute in termini di prezzi mondiali del cibo sono sotto gli occhi di tutti.

Cosa accadrà con il prossimo aumento dei prezzi? Se la contrazione dei consumi alimentari, spinta dalla crisi, è una novità per molti di noi, per molti altri non sono più possibili ulteriori sacrifici. Il cibo è l’anello debole della nostra società e rischia quindi di diventare un importante fattore di instabilità politica. Per evitare il collasso del sistema alimentare è necessaria la mobilitazione della società nel suo complesso. Oggi la posta in gioco è la salvezza della civiltà stessa, e salvare la civiltà non è uno sport che prevede spettatori.

Acquista 9 miliardi di posti a tavola. La nuova geopolitica della scarsità di cibo – Brown Lester R. – Libro – IBS – Edizioni Ambiente –.

Immaginare la società della decrescita. Percorsi sostenibili verso l’età del doposviluppo

Prezzo    € 10,20
(Prezzo di copertina € 12,00 Risparmio € 1,80)
Dati    2012, 263 p., brossura
Editore    Terra Nuova Edizioni  (collana Stili di vita)

Decrescita è un termine ormai entrato nel vocabolario mass mediatico, che però spesso ne banalizza il significato e i presupposti. Questo volume intende contrastare eccessive semplificazioni, pur mantenendo un linguaggio semplice e accessibile, e prova a prefigurare le caratteristiche di un nuovo modello sociale in cui sia stato superato il paradigma della produzione e del consumo di massa.

Nel libro ogni autore propone un tema e un approccio, rendendo concreta la molteplicità di accezioni e implicazioni che una scelta improntata alla decrescita porta con sé. Bruna Bianchi si interroga sul ruolo delle donne, oggi e in una futura società post-sviluppista, illustrando il contributo reale che molte stanno già fornendo. Paolo Cacciari suggerisce di porre al centro del vivere il rispetto dei beni comuni, cioè la condivisione delle risorse e dei beni, oltre il paradigma lavorista e produttivista. Adriano Fragano si confronta con l’eticità delle nostre scelte quotidiane, da quelle relative all’educazione e all’impiego della tecnologia a quelle che riguardano il rapporto con le altre specie e con l’ambiente naturale. Infine, Paolo Scroccaro offre una rassegna dei concetti e delle tematiche che più possono aiutarci nella transizione al doposviluppo, che implicherà tra l’altro l’uscita dall’antropocentrismo che oggi caratterizza la nostra società.

Acquista il libro su IBS

I farmers’ market: la mano visibile del mercato. Aspetti economici, sociali e ambientali delle filiere corte

Prezzo    € 35,00   Spedizioni gratuite in Italia
Dati    2012, 368 p.
Curatore    Marino D.; Cicatiello C.
Editore    Franco Angeli  (collana Uomo, ambiente, sviluppo)
Disponibile anche in ebook a € 30,00

Questo volume presenta i principali risultati di un progetto di ricerca sulla tematica delle cosiddette “filiere corte”. Il progetto, finanziato dal Mipaaf e realizzato dal CURSA, ha avuto come obiettivo l’analisi degli impatti delle nuove forme di commercializzazione e consumo sul sistema produttivo agricolo italiano.

Le filiere corte, denominazione sotto la quale vengono ricomprese diverse forme di organizzazione commerciale, stanno conoscendo negli ultimi anni una rapida e notevole espansione alla luce di cambiamenti che interessano il mondo della produzione e quello del consumo. Il progetto, i cui risultati sono raccolti in questo volume, si caratterizza invece per un approccio integrato nel quale la concettualizzazione teorica del fenomeno delle filiere corte costituisce il quadro di riferimento per la definizione della metodologia con cui svolgere un’ampia indagine empirica sulle esperienze di filiera corta, con particolare riferimento ai farmers’ market.

Questo volume si pone quindi l’obiettivo di contribuire ad una migliore conoscenza dell’organizzazione di una delle forme più interessanti ed innovative di filiera corta, verificando l’impatto di questa organizzazione, da un lato, sulle strutture aziendali, sugli assetti produttivi e sui comportamenti di consumo e, dall’altro, sul sistema territoriale in cui essi sono inseriti.

Acquista il libro su IBS