Una serie di dati e di analisi molto interessanti sulla Croazia.

di Rodolfo Toè

È una delle dieci peggiori economie al mondo, almeno per quanto riguarda la crescita, secondo la intelligence unit dell’Economist. Insieme a paesi come l’Ucraina, la Libia, il Venezuela o la Repubblica Centrafricana.

L’economia croata (2014-2019)

La Croazia, a un anno quasi dal proprio ingresso nell’Unione Europea, non riesce a risolvere i propri problemi strutturali e a mettere un argine al declino economico, che sembra inarrestabile. «L’economia è stagnante, la disoccupazione cresce e molti giovani croati si lasciano avvelenare dall’odio. Alcuni flirtano con il fascismo e la nazione è scossa da una generale ventata di intolleranza, verso chiunque pensi, preghi, scriva o parli in modo differente». Sono, queste, le parole del presidente croato, Ivo Josipović. Le ha pronunciate solo poco tempo fa.

Il bilancio della crisi europea, per Zagabria, è pesantissimo: quest’anno, probabilmente, la Croazia frenerà la sua caduta (si parla di crescita zero). Ma per cinque anni il paese è rimasto in recessione (la più lunga da quando la repubblica si è resa indipendente), perdendo qualcosa come il 13% del proprio Prodotto interno lordo.

Leggi tutto su:

Croazia: la grande lentezza |.