formazione donne marocco

Promuovere i diritti umani, del lavoro, delle donne e dei minori e rafforzare le Organizzazioni dei lavoratori e della società civile marocchina.

Stato

Il progetto è in corso e terminerà a giugno 2016.

Finanziamento

Il progetto è sostenuto da Regione Marche, Iscos Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, fondi del 5 per mille di ISCOS Marche. L’importo previsto è di 300.000 €.
Sostienici con una donazione

A sostegno dei sindacati e della società civile

Nell’ultimo decennio il Marocco ha attuato importanti riforme politiche, giuridiche ed istituzionali, favorendo la creazione di un clima positivo di dialogo e collaborazione, rendendo il cambiamento meno traumatico rispetto agli altri paesi della cosiddetta “Primavera araba”, aumentando l’attenzione ai diritti umani, all’educazione, all’occupazione, allo sviluppo e alle questioni di genere.
Questo clima positivo è messo in discussione dalla crisi economica, che acuisce la contestazione e fa aumentare il numero dei disoccupati, dei lavoratori informali e peggiora le condizioni lavorative. La scarsa sindacalizzazione della forza lavoro (6%), inoltre, crea un vuoto di rappresentanza che rischia di essere riempito da movimenti ultra-radicali. E’ pertanto fondamentale potenziare il ruolo e l’azione dei Sindacati e delle Organizzazioni della società civile migliorandone le capacità di rappresentanza e di promozione e tutela dei diritti umani in generale e del lavoro in particolare.

 

Corsi, scambi di esperienze, iniziative pubbliche

L’azione si propone di potenziare le capacità dei principali Sindacati e delle Organizzazioni della società civile con attività finalizzate a:
• rafforzare la tutela dei diritti del lavoro, con particolare attenzione alle fasce sociali più deboli, come le donne, i giovani e i minori
• promuovere e consolidare nella società la cultura dei diritti umani, economici e sociali
• qualificare le risorse umane interne del Sindacato e delle Organizzazioni sociali
• migliorare la capacità di proselitismo ed il dialogo sociale
• rafforzare la capacità di comunicazione dei partner anche mediante l’uso delle nuove tecnologie

 

Dove si svolge

Leggi gli aggiornamenti

  • Marocco: il lavoro, i diritti delle donne. Incontro con Isabella Panfili – 18 ottobre ore 10:30 Tangeri_Marocco-696x523Isabella Panfili è la responsabile delle attività in Marocco per Iscos Marche Onlus e Iscos. Da quattro anni lavora a stretto contatto con i sindacati e le organizzazioni della società civile per promuovere il dialogo sociale, i diritti delle donne e la formazione dei sindacalisti marocchini. In questi anni il tema delle migazioni, dei rapporti con le ...
  • Multinazionali, migrazione e sindacato in Marocco Come realizzare degli accordi transnazionali di impresa? Quali servizi offrire ai lavoratori migranti da parte del sindacato? Insieme ai rappresentanti del CESE Consiglio Economico, Sociale e Ambientale del Marocco e dei sindacati marocchini (UMT Union Marocaine du Travail, CDT Confédération Démocratique du Travail, UGTM Union Générale des Travailleurs du Maroc) abbiamo affrontato questi temi. Il primo tema ...
  • Marocco: focal points sul dialogo sociale locale L’azione mira a fornire alle parti sociali, alle Istituzioni e alle organizzazioni della società civile del Marocco un accompagnamento tecnico a livello territoriale su casi di lavoro specifici, promuovendo l’identificazione di modelli efficaci per la gestione e la risoluzione dei problemi. Grazie ad un partenariato forte con le autorità e gli attori locali (tra cui il ...
  • Dialogo sociale per la pace Alcune foto da Amman. Progetto Solid, dialogo sociale nel sud mediterraneo. Iscos lavora con i sindacati, gli imprenditori, le associazioni per rendere più forti le istituzioni del dialogo sociale. Oggi si incontrano i ministri, i rappresentanti dei lavoratori e della società civile di Marocco, Giordania, Tunisia per cercare la strada per la stabilità sociale attraverso il ...
  • La donna e il lavoro in Marocco Pubblicato il “RAPPORTO SULLA CONDIZIONE DELLA DONNA NEL MERCATO DEL LAVORO IN MAROCCO”. La maggioranza delle lavoratrici del mondo è confinata nei settori meno produttivi e costretta a sopportare maggiori rischi economici rispetto agli uomini, in condizioni ancora lontane da quelle di un lavoro dignitoso. Cristiana Ilari Lo studio fornisce una panoramica sulle condizioni delle donne e delle ...
  • Marocco – UE: contrasti commerciali In queste settimane una sentenza della Corte di Giustizia europea ha portato alla interruzione dei rapporti tra Marocco ed Unione Europea. L’Alta Rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Federica #Mogherini, è andata in Marocco per sbloccare la situazione. In questo articolo riportiamo alcuni materiali utili a ricostruire l’evento.   Il video della ...
  • Marocco: sciopero generale il 24 febbraio Il prossimo 24 febbraio ci sarà uno sciopero generale in Marocco, proclamato da Union marocaine du travail (#UMT), la Confédération démocratique du travail (#CDT) e la Fédération démocratique du travail (#FDT), per denunciare il non rispetto delle promesse del Capo del governo in merito ad un maggiore dialogo sociale.   Leggi anche: En ligne de mire, la réforme ...
  • Ikea aprirà in Marocco dopo che la Svezia ha dichiarato che non riconoscerà il Sahara Occidentale La #Svezia ha avviato un’indagine interna sulla propria posizione riguardo la popolazione Sahrawi, che richiede l’indipendenza del proprio territorio dal Marocco. A settembre scorso il Marocco ha bloccato l’apertura di un negozio #Ikea. A gennaio la Svezia ha dichiarato che non riconoscerà il #Sahara come stato indipendente. Ikea aprirà a breve.   Leggi tutti i dettagli qui: Sorgente: Ikea will open ...
  • Agenzia Nova | Articolo | Marocco: media locali, si va verso una donna come ambasciatore in Italia Rabat, 11 feb 13:30 – (Agenzia Nova) – Il re del Marocco, Mohammed VI, avrebbe scelto una donna come nuovo ambasciatore in Italia. Secondo quanto riferiscono le indiscrezioni dei… http://www.agenzianova.com/a/56bc82477f4ff3.76021125/1296174/2016-02-11/marocco-media-locali-si-va-verso-una-donna-come-ambasciatore-in-italia
  • Fai sentire la tua voce: per le donne che lavorano alla DOHA Oltre 550 lavoratori di Agadir, in Marocco, hanno scioperato da marzo 2015 contro la DOHA, parte del gruppo BICHA. Il 95% circa sono donne, e producono pesce in scatola e altri prodotti per esportazione. L’azienda, con l’aiuto delle autorità, ha cercato di sciogliere il sindacato, licenziare i suoi iscritti, criminalizzare e punire gli scioperanti e confiscare la ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *